Laboratori

AEF PAV, laboratorio in città
   

AEF 2021/2022

Le attività, rivolte alle scuole e al pubblico interessato a un apprendimento continuo e permanente, sono strutturate in specifici e pluridisciplinari campi d’indagine: Paesaggi, Arte e Biologia, Ibridazioni, Società
Mutante

Gli ambiti d’approfondimento permettono di sperimentare i processi adottati dagli artisti presenti in mostra con proposte laboratoriali declinate in base alle differenti fasce d’età e alle capacità di ciascuno. 

Alle persone con disabilità o fragilità psichico-fisica sono dedicati percorsi accessibili che vanno dalla visita alle mostre, ai programmi in atelier. Laboratori, workshop, percorsi, incontri pubblici sono concepiti come approfondimenti delle opere esposte, per condividerne i contenuti, e possono essere vissuti come vere e proprie esperienze sociali. I laboratori comprendono la visita al PAV e possono svilupparsi in un singolo incontro o in un percorso più articolato.

PAESAGGI

In questo ambito sono comprese coniugazioni interdisciplinari fra le arti visive e l’architettura, l’urbanistica e il design. L’ambiente circostante, urbano e naturale, si osserva attraverso sperimentazioni focalizzate sull’esempio di opere site-specific presenti nel paesaggio rinaturalizzato del PAV o che fanno parte delle mostre temporanee.

Giardino Segreto

SCOPRIRE LE QUALITÀ NASCOSTE DELLA NATURA

L’attività unisce un contatto diretto con la natura e la dimensione artistico-espressiva emergente dalle opere dei numerosi autori presenti nel corso del tempo all’interno del programma espositivo del PAV, artisti provenienti da diverse culture e latitudini. In particolare, attraverso un’esperienza di immersione nelle opere presenti nelle mostre temporanee, si possono osservare tutti gli aspetti legati alla trasformazione e alla ciclicità della natura rielaborata in chiave estetico-affettiva. In laboratorio, mediante forme floreali provenienti dall’iconografica botanica, viene creato un giardino collettivo, sensoriale e interattivo, luogo immaginifico in cui seminare i propri desideri.

Laboratorio dedicato alle scuole dell’infanzia e primarie, inserito nella programmazione ITER/Crescere in Città 2021-22.

ARTE E BIOLOGIA

Il campo di ricerca comprende tipologie di laboratorio inerenti alle opere che trattano le strutture del vivente analizzate da molteplici angolazioni. L’obiettivo è rendere accessibili alcuni dei meccanismi biologici attraverso il medium dei linguaggi propri dell’arte e spostare l’asse dell’antropocentrismo, portando i contenuti analizzati su un piano di orizzontalità dei fenomeni.

Micromacrocosmico

ESPERIMENTI DI LABORATORIO 

Le scienze naturali aggiungono un importante punto di vista alla comprensione dei fenomeni biologici, per scoprire piccoli mondi segreti, non percepibili a occhio nudo. L’esplorazione di tali aspetti viene stimolata, in particolare, durante la visita a Rilievi di natura ed Energie invisibili, ambienti inclusi nell’installazione interattiva Bioma di Piero Gilardi, e nell’area verde. In sede di laboratorio gli strumenti in uso nel campo della microbiologia, quali, microscopi, capsule di Petri, pipette e bècher graduati, vengono utilizzati dai partecipanti per realizzare paesaggi in trasformazione. I materiali degli esperimenti possono essere liquidi o solidi, sempre però caratterizzati da colori “vivi”, col fine di creare un universo simbolico in cui osservare le corrispondenze fra micro e macrocosmo. 

Laboratorio dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

IBRIDAZIONI

Il PAV è un parco in costante trasformazione e si pone quale teatro vivente d’ibridazione, luogo d’incontro e di incrocio fra istanze culturali, paesaggi e sistemi tecnologici. Le proposte di laboratorio offrono l’opportunità di indagare, con spirito analitico e creativo, le possibili germinazioni di intrecci e ricombinazioni tra natura e cultura.

Come l’acqua e come pietra

Come l’acqua e come pietra è il laboratorio che si focalizza sull’elemento acqua, componente primaria e fondamentale per il benessere del nostro corpo, fonte d’espressione ludica e linfa preziosa dell’ambiente che ci circonda. I temi affrontati attraverso l’esperienza laboratoriale sono ripresi e approfonditi durante la visita al PAV, in particolare in Giochi d’acqua, display presente nel percorso interattivo Bioma di Piero Gilardi, e nella mostra Sustainable Assembly che mette a confronto diverse strategie di cura dell’ambiente e dei suoi abitanti attraverso la difesa dei beni comuni. Sempre in questa direzione di ricerca, con diverse tecniche grafico-pittoriche, vengono sviluppati gli elaborati utili a illustrare l’acqua nei suoi più diversi toni cromatici e gli organismi microscopici che la abitano: le diatomee.

Laboratorio dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

SOCIETÀ MUTANTE

Il sapere è un dispositivo in grado di attivare, in ambiente performativo e collettivo, nuove modalità di relazione volte alla creazione di una rinnovata e condivisa dimensione etica. Attraverso forme di impegno civile e azioni transdisciplinari, le singole persone si fanno portatrici di valori e di pratiche che, messe in comune, danno vita a forme di produttività alternative, scambio di conoscenze e nuovi modelli di sostenibilità. Si propone un focus specifico su territorialità e responsabilità in cui la processualità del fare artistico attiva un rinnovato dialogo tra paesaggio sociale e naturale.

Open Camp

CONOSCENZA E RELAZIONI ATTRAVERSO L’ARTE

A seguito dell’esito positivo del progetto, avviato nel 2017 con le scuole superiori del territorio, proponiamo un’intera giornata al PAV dedicata alla maggiore conoscenza reciproca degli studenti delle classi prime. Il progetto Open Camp è stato formulato a partire dal desiderio di offrire uno specifico percorso che, a fronte di possibili difficoltà di inserimento e integrazione dei ragazzi in un nuovo contesto, intende sviluppare modalità creative di incontro e conoscenza al fine di favorire un maggiore affiatamento all’interno della comunità di ciascuna nuova classe.

Percorso di un giorno intero dedicato alle classi prime delle scuole secondarie di primo e secondo grado.