Laboratori

PAESAGGI

In questo ambito sono comprese coniugazioni interdisciplinari fra le arti visive e l’architettura, l’urbanistica e il design. L’ambiente circostante, urbano e naturale, viene indagato attraverso sperimentazioni focalizzate sull’esempio di opere site-specific presenti nel parco o di opere che fanno parte delle mostre temporanee.

THE CITY I LIKE, lo storyboard

Narrazione attraverso immagini e parole
Strettamente legato al bando di concorso The City I Like, il percorso, in due incontri di laboratorio, propone una riflessione sulla città a partire dalle esperienze artistiche partecipative volte a una riappropriazione dell’identità collettiva e degli spazi pubblici.
Abitare uno spazio significa restituire centralità al bene comune in senso territoriale, culturale ed ecologico attuando azioni concrete, anche frutto dell’immaginario. Il bando, promosso in collaborazione con i Servizi educativi del Museo Nazionale del Cinema e l’Urban Center Metropolitano, intende mettere in atto un processo narrativo e di osservazione, con la realizzazione di brevi video, che rivolgano lo sguardo verso la città, l’ambiente e l’individuo.
Per raccontare il passaggio della crescita, in laboratorio, grazie ad esempi tratti dalla video-arte e l’illustrazione dei principi di base utili alla costruzione di uno storyboard, si forniscono strumenti metodologici per progettare racconti basati su immagini, suoni e brani letterari.

Percorso di due incontri di laboratorio per le scuole secondarie di secondo grado
PAV/AEF in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema

 

ARTE E BIOLOGIA

Il campo di ricerca comprende tipologie di laboratorio inerenti alle opere che trattano le strutture del vivente analizzate da molteplici angolazioni. L’obiettivo è rendere accessibili alcuni dei meccanismi biologici attraverso il medium dei linguaggi propri dell’arte e spostare l’asse dell’antropocentrismo portando i contenuti analizzati su un piano di orizzontalità dei fenomeni.

BIOLOGIA SYMPATICA

Esperimenti di laboratorio
Le scienze naturali, aggiungono un importante punto di vista alla comprensione dei fenomeni biologici, per scoprire piccoli mondi segreti non percepibili a occhio nudo. L’esplorazione di tali aspetti viene affrontata durante la visita al percorso interattivo Bioma di Piero Gilardi e nell’area verde. In sede di laboratorio gli strumenti e gli ingredienti propri delle ricerche nel campo della microbiologia, quali, microscopi, capsule di Petri, becker e pipette graduate, vengono utilizzati dai partecipanti per realizzare paesaggi in trasformazione. I materiali degli esperimenti possono essere liquidi o solidi, sempre però caratterizzati da colori “vivi”, col fine di creare un universo condiviso in cui far coesistere microcosmi creativi dove coltivare la propria idea di incontro, trasformazione e cura.

Laboratorio dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado 

 

 

IBRIDAZIONI

Il PAV è un parco in costante trasformazione e si pone quale teatro vivente d’ibridazione, luogo d’incontro e di incrocio fra istanze culturali, paesaggi e sistemi tecnologici. Le proposte di laboratorio offrono l’opportunità di indagare, con spirito analitico e creativo, le possibili germinazioni di intrecci e ricombinazioni tra natura e cultura.

ORTO_GRAFICO

Opera di immersione nel paesaggio
Il giardino, luogo di contemplazione, riposo, attraversamento, è sin dalle origini espressione estetica, culturale e valoriale dell’approccio umano al verde. La visita all’interno del Parco si articola attorno a un nucleo essenziale di opere-giardino, quali, La Folie du PAV di Emmanuel Louisgrand, Pedogenesis di Andrea Caretto | Raffaella Spagna, Jardin Mandala di Gilles Clément, che saranno esplorate per raccontare aspetti legati alla trasformazione del paesaggio ibrido, urbano e naturale, in cui è immerso il museo.
Il laboratorio Orto_Grafico, realizzato collettivamente dai partecipanti, prevede la riproduzione di immagini di piante presenti nel parco, dove lo scenario paesaggistico, grazie all’intervento grafico di segni applicati, si sviluppa gradualmente, sino a comporre un esteso giardino virtuale, realizzato fuori scala. Lo spazio interno si spalanca a quanto vi è di naturale all’esterno, traslando un mosaico di elementi naturali che nel suo farsi diventa dispositivo per creare relazioni tra persone e habitat naturale.

Laboratorio dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado 

 

 

SOCIETA’ MUTANTE

Il sapere è un dispositivo in grado di attivare, in ambiente performativo e collettivo, nuove forme di relazione volte alla creazione di una rinnovata e condivisa dimensione etica. Attraverso forme di impegno civile e azioni transdisciplinari, le singole persone si fanno portatrici di valori e di pratiche che, messe in comune, danno vita a forme di produttività alternative, scambio di conoscenze e nuovi modelli di sostenibilità. Si propone un focus specifico su territorialità e traiettorie in cui la processualità del fare artistico attiva un rinnovato dialogo tra paesaggio sociale e naturale.

PATCHWALKING

Creazione di nuovi territori
Il bene comune, inteso come totalità planetaria da preservare, sottende un codice collettivo che è proprio di tutte le specie viventi. Il territorio del PAV con le sue stratificazioni, da cascina agricola a sito industriale e poi parco d’arte, conserva la memoria del tempo e degli individui che l’hanno attraversato.
Le migrazioni e gli spostamenti producono una continua contaminazione tra locale e globale, per cui le geografie e le culture si ridistribuiscono e mutano secondo criteri di ibridazione, adattabilità e incontro. Tale processo, comune a tutti gli esseri viventi genera diversità e ricchezza, creando nuovi ambienti e nuove identità.
Durante il laboratorio, a partire dal valore simbolico della terra, che ciascun gruppo è invitato a portare dal proprio luogo di appartenenza, e attraverso l’utilizzo di pigmenti colorati messi a disposizione, viene prodotto un elaborato collettivo in cui l’esperienza materica con la terra dà vita a una mappatura organica fatta di tracce e traiettorie.

Laboratorio dedicato alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado

 

 

Per partecipare alle attività è necessaria la prenotazione: per info 011 3182235, lab@parcoartevivente.it

Borderline, Laboratorio
PAV / Attività Educative e Formative, Torino