veduta della mostra Wild Energies

Con MOI

venerdì 14 ottobre 2016, ore 15
PAV, via Giordano Bruno 31, Torino, incontro aperto al pubblico

Vi invitiamo a partecipare all’incontro informale con rappresentanti della pubblica amministrazione, cultura e società civile, che ha come obiettivo lo scambio di reciproche testimonianze nate da pratiche che agiscono, a livelli differenti, per il superamento della precarietà in cui la popolazione migrante si trova.

Intervengono:
Orietta Brombin, curatore AEF, PAV; Marguerite Kahrl, Marco Regoli, Anna Tavella, Mahamd Lamen, Yussef Dawud, Seedy Ceesay, Juma Mohamed, Laila Sofi, Gruppo Con MOI; Monica Cerutti, Assessore Pari Opportunità, Diritti Civili, Diritto allo Studio, Politiche giovanili, Immigrazione, Cooperazione decentrata e Diritti dei Consumatori – Regione Piemonte; Rebecca De Marchi, curatrice; Valter Giuliano, giornalista; Alfredo Mela, Dipartimento di Architettura, Politecnico di Torino; Vanessa Marotta, ricercatrice LVA ong; Omar Sheikh Esahaq Suad, Circoscrizione 8; Elena Carmagnani, Orti Alti, Torino; Debora Boaglio, Diaconia Valdese; Alessia Toldo, Pianificazione territoriale e sviluppo locale, Politecnico di Torino.

Con MOI, dopo il workshop di marzo 2015, e con esiti in parte visibili nella mostra del PAV Wild Energies: persone in movimento – doppia personale di Marguerite Kahrl e Marjetica Potrc – nasce da un processo collettivo, aperto, e attraverso una serie di incontri e workshop con alcuni insegnanti della scuola del MOI “Zakaria Kompaore” condotti da Marguerite Kahrl e Marco Regoli.
Si tratta di un progetto in progress, trasformativo, veicolo di incontro tra persone caratterizzate da culture e provenienze geografiche varie, pensato come un possibile modello di comunità intenzionale e solidale attorno al PAV e nella città di Torino.

 

Il gruppo Con MOI

In questo spazio si colloca Con MOI, nato a Torino nel maggio del 2015 all’interno di alcune palazzine del villaggio Olimpico – la cosiddetta area dell’Ex-MOI – in via Giordano Bruno, nel quartiere Lingotto, dove il gruppo di cittadini migranti e cittadini italiani si sta formalizzando in Associazione di Promozione Sociale.

Il progetto di foodsharing ideato da Con MOI, catalizza i primi mesi del processo. La raccolta di cibo invenduto proveniente dai mercati rionali, da privati cittadini e altri rivenditori – e senza l’utilizzo di denaro – riduce la dispersione di risorse, reinveste il surplus in azioni improntate all’etica della cura ambientale e immateriale. L’espressione “Con MOI” evoca, agisce, muove le possibili reciprocità e invita tutte le persone a prender parte al processo. Ricerca e mette in atto soluzioni per riformulare le percezioni di sé e dell’altro, favorendo e facilitando nuove attitudini personali e sociali, sia interne che esterne al gruppo stesso.
Il progetto si va sviluppando con attività artistiche, laboratoriali, ri–creative, rifunzionalizzanti, documentali e narrative, il cui obiettivo è quello di essere fonte di sviluppo cooperativo identitario e di muovere azioni e pratiche in contesti di vulnerabilità sociale e politica per favorire una coscienza critica e armonica.

Segui il progetto conmoi-torino.tumblr.com

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *