Village Green

Village Green

Village Green, titolo coniato da Nicolas Bourriaud nel 2008 per raggruppare i progetti in esterno del Parco Arte Vivente, torna oggi a essere il focus del museo.

Nell’area verde intorno a Bioma – collezione interattiva e permanente ideata da Piero Gilardi – si trovano 19 installazioni che indagano il paesaggio nella sua commistione tra urbano e naturale. I confini del PAV sono oggi caratterizzati da interventi che delineano un territorio antropizzato e stratificato, testimonianza di un’ibridazione culturale tra arte, scienza, architettura, giardino, botanica, scienze naturali e geologia industriale.

Per tutta l’estate sarà possibile visitare il museo solo nella parte open-air, da mercoledì a venerdì dalle ore 15 alle 18, sabato e domenica dalle ore 12 alle 19.

Le installazioni ambientali visibili sono:
Dominique Gonzalez-Foerster, Trèfle
Collettivo Terra Terra, Focolare
Gilles Clèment, Jardin Mandala
Frame Works, Rain is for free
Andrea Caretto / Raffaella Spagna, Pedogenesis
Isamit Morales, Acta Herbarium di un Giardino Triassico
Piero Gilardi, Labirintico Antropocene
Emmanuel Louisgrand, La Folie du PAV
Critical Art Ensemble, New Alliances
Sara Enrico, The Jumpsuit Theme
Norma Jeane, Potlatch 13.4
Andrea Magnani, Aneico, Abacco e Adoneo
Brigitte de Malau, La Table de Circe
Nooffice, Corpo Vegetale
myvillages, Libera Scuola del Giardino
Luigi Mainolfi, Tre quarti di sfera con coda
Bert Theis, Isola Bonsai
Wurmkos, Berta
Piero Gilardi, L’Albero del PAV